Senzatempo 783664 192x192 0751 product 239944 1
Senzatempo 1 783665 192x192 0751 product 239944 2
Senzatempo 2 783666 192x192 0751 product 239944 3

Senzatempo

Aggiungi alla wishlist
Accessori - design Lapo Ciatti

€ 1.336,00

Disponibile

Appendiabiti/portaoggetti da soffitto in acciaio con finitura in galvanica cromo.
Disegnato da Lapo Ciatti Senzatempo è un appendiabiti con attacco a soffitto composto da anelli a forma d’infinito intrecciati uno dentro l’altro. Presentato qui in una versione composta da 11 anelli, ideale per coprire un’altezza di 2,70 mt, Senzatempo non conosce barriere e si adatta a qualsiasi tipologia di spazio.
Senzatempo è un oggetto di design che sovverte le leggi della fisica: non solo fa sembrare il durissimo acciaio, il più duttile dei metalli, ma sfida anche lo spazio, lasciandosi plasmare per adeguarsi alle diverse situazioni in cui viene inserito. Suggestiva inoltre l’idea da cui nasce; immaginare il tempo come una successione di frammenti d’infinito, posti uno a fianco all’altro.
Disponibile anche nella versione a parete, Senzatempo è il complemento ideale per vestire di immediata raffinatezza ogni ambiente – l’ingresso, il bagno o la camera da letto – a casa come in contesti contract. Scopri anche la finitura dorata perché a volte basta poco per essere davvero chic.

Codice: SENZATEMPOCEIX
Dimensioni: 18x12 cm, h 270
Materiale: acciaio
Finitura: cromo
Peso: 7 kg
Volume: m3
Nota:

Potrebbero piacerti anche:
Portariviste
Portariviste 2
Accessori
€ 664,00
Terra l 200
Terra l 200 2
Accessori
€ 2.265,00
La Cima
La Cima 2
Accessori
€ 607,00
Soffitto l 170 - Firenze Carpet
Soffitto l 170 - Firenze Carpet 2
Accessori
€ 1.741,00
Lapo Ciatti
Designer

Lapo Ciatti

Nato a Firenze nel 1980, Lapo Ciatti dopo gli studi in Industrial Design conseguiti allo IED e alla Domus Academy di Milano, inizia a lavorare presso alcuni dei più prestigiosi studi di architettura tra Firenze, Milano e Londra. Deciso a intraprendere un percorso imprenditoriale, prima di entrare nell’azienda di famiglia si forma all’estero, esperienza che gli permetterà di sviluppare una visione poliedrica e aperta alle contaminazioni ed una spiccata capacità di cogliere le future tendenze.

Rientrato in Italia nel 2006, Lapo Ciatti entra in azienda. Dopo anni di muta osservazione dei metodi imprenditoriali di sua madre, dopo gli anni di studio e di lavoro sul campo confrontandosi con realtà internazionali, carico di energia giovanile si inserisce nel gruppo come se ci fosse nato. Quello che nasce con Bruno Rainaldi è un sodalizio imprenditoriale, artistico e personale che influenzerà profondamente i suoi primi lavori. Nel 2008 insieme fondano Opinion Ciatti, azienda che raggruppa facendole confluire in una sola, unica, realtà tre diverse “anime” di famiglia CCR, Ciatti a Tavola e Facebox. Opinion Ciatti come la loro espressione, condivisa, di intendere il mondo del design, terreno di sperimentazione, laboratorio di forme. Nel 2009 il sistema di contenitori 5blocks da lui progettato viene selezionato per l’ADI Design Index.

Dal 2011 è CEO e Art Director di Opinion Ciatti.

Profondamente legato alla natia Toscana ha trasformato questo amore per la propria terra in fonte d’ispirazione privilegiata per le produzioni di Opinion Ciatti. Sono nate così le collezioni #FollowYourRoots, un viaggio nel tempo alla ricerca delle proprie radici per dare senso a ciò che oggi siamo e respiriamo. L’unione tra presente e passato, l’hashtag della comunicazione 2.0, davanti a quelle radici, da riscoprire, fil rouge che unisce proposte per l’abitare del terzo millennio.

Curioso, riflessivo, attento ai più piccoli dettagli negli ultimi anni la sua attenzione è rivolta verso la ricerca di soluzioni innovative per il contract di lusso. Nel 2015 assieme a Maurizio Galante e Tal Lancman ha progettato le aree comuni e le Suite di OFF Paris Seine il primo hotel galleggiante sulla Senna. Nel 2018, sempre assieme alla coppia di designer, ha curato la realizzazione degli arredi interni di Ducasse sur Seine, il primo ristorante ospitato su un bateau mouche completamente elettrico, del pluripremiato chef francese.